• “Guarda con quanta facilità puoi evitare il fallimento nell’allenamento dei giovani portieri se sei alle prime armi”

     

    coordinazionegiovaniportieri

    In questo articolo voglio parlarti dell’importanza dell‘allenamento dei giovani portieri.

    Spesso ci si trova a lavorare con portieri molto giovani anche delle scuole calcio e soprattutto quando si è alle prime armi come preparatore dei portieri, magari iniziando subito dopo aver smesso di giocare, non si sa cosa far fare ai propri portieri e quindi nella migliore delle ipotesi si scelgono di solito due strade:

    1 Si improvvisa facendo fare allenamenti che si facevano quando si giocava.

    2 Si guardano video di allenamenti dei portieri adulti e si ripropongono a quelli giovani.

    Inutile dire che entrambe le strade sono sbagliate e altamente pericolose da seguire, perchè si rischia di fare danni, che sono sempre da evitare come la peste.

    Per essere molto ampi nel discorso, perchè sarebbe molto più specifico e si dovrebbe andare più in profondità, se non vuoi fare danni ai tuoi giovani portieri, l’aspetto su cui puoi lavorare senza nessun problema, è l’aspetto coordinativo, fino a che lavori su questo aspetto con i giovani portieri di tutte le età, non farai mai danni clamorosi, quindi se ancora non hai iniziato a documentarti sui giusti metodi di allenamento, segui inizialmente questa strada.

    Un’altra cosa da evitare con i portieri giovani, almeno fino agli esordienti, ma anche ad alcuni giovanissimi che non sono ancora pronti, è far fare lavori di muscolazione come addominali o flessioni che a quell’età sono deleteri e lo dico perchè purtroppo l’ho visto fare, senza parlare di serie infinite di ostacoli oppure corse che nemmeno uno che si sta preparando alla maratona di New York fa, le corse sulle lunghe distanze già servono a poco di norma a portieri formati, figuriamoci a dei bambini.

    Un altro aspetto fondamentale e da non sottovalutare è la durata degli esercizi con i giovani portieri, parlo soprattutto con le fasce d’età più basse come i pulcini, non sperare di avere la loro attenzione per più di 30-45 minuti, perchè bisogna ricordare che si sta parlando sempre di bambini e quindi per loro è importante il gioco, quindi se organizzi alla fine di ogni allenamento dei giochi, sempre con uno scopo didattico, avrai il vantaggio che nella loro mente rimanga l’idea del divertimento dell’allenamento e non la noia, anche se necessaria, degli esercizi tecnici o coordinativi.

     

    Comments

    comments

    14 commenti

    1. Andrea

      2 anni fa  

      Sono pienamente d’accordo sul privilegiare la coordinazione e credo anche che una minima parte di forza specifica, senza per altro dimenticare la giusta taratura del gesto possa avvicinare il giovane (13/14 anni) all’aspetto atletico futuro ed impostare la giustezza del gesto. Questo dovrebbe valere anche per ciò che riguarda la flessibilità (stretching). Sbaglio?? Ciao Andrea


    2. stefano

      2 anni fa  

      Mario grazie x i tuoi preziosi consigli ke ascolto e seguo ormai da anni e insieme ai video mi han fatto crescere professionalmente e umanamente. Sono pienamente d accordo i bambini devono seguire degli step e iniziare dalle elementari la scuola nn d certo dalle medie .😊


    3. Vincenzo Di maso

      2 anni fa  

      Quello che tu ribadisci e’ giusto fai bene a ribadirlo perche’ purtroppo capita spesso di vederlo fare.
      Un saluto affettuoso


    4. Mario Vella

      2 anni fa  

      Assolutamente corretto quello che dici Andrea, nell’articolo ho scritto che il discorso sarebbe più ampio ma se proprio non si vogliono fare danni se si lavora sulla coordinazione è la cosa migliore, poi è ovvio che bisogna lavorare anche sulle basi del gesto tecnico, come lavori propedeutici al tuffo, salti e rotolamenti per fare un esempio, ma non come ho visto far fare balzi e addominali a bambini di 8 anni. Questo articolo è stato scritto soprattutto per chi inizia adesso e a chi allena già ma fa queste cose di evitare di farle. Ti ringrazio del tuo commento.


    5. Mario Vella

      2 anni fa  

      Grazie Vincenzo e Stefano 🙂


    6. Vincenzo Di maso

      2 anni fa  

      Caro mario, mi piacebbe avere un tuo videocorso sui giovani portieri se tu lo avessi prodotto per un confronto penso molto utile per me.


    7. Mario Vella

      2 anni fa  

      Ciao Vincenzo, per i giovani portieri vanno bene i videocorsi che trovi ai link qui sotto:

      http://www.preparatorideiportieri.com/portale/1tecnicatuffogiovani

      http://preparatorideiportierimembership.com/4coniself/

      http://www.preparatorideiportieri.com/coordinazione/

      http://www.preparatorideiportieri.com/uamazzantini/

      Ce ne sono anche altri se vedi sulla destra che vanno comunque bene, ma questi sono i principali.


    8. Roberto

      2 anni fa  

      Sacrosanta verità anche se spesso si assiste ad allemaneti condotti da gente di assoluta inesperienza che danni ne fa tanti sopratutto ai giovani portieri grazie per i preziosi consigli che dai


    9. vincenzo

      2 anni fa  

      sono d accordo, io credo che per le scuole calcio non definirei preparatore di portiere ma istruttore lavorare sempre sulle coordinazioni , movimenti , mentre la parte atletica viene successivamente cambiando fascia di età.
      Ciao Enzo


    10. Mario Vella

      2 anni fa  

      D’accordissimo con te Enzo…;-)


    11. rocco martino

      2 anni fa  

      Grazie mister Mario dei consigli.. Spero un giorno incontrarci e seguire un tuo corso


    12. Mario Vella

      2 anni fa  

      Ciao Rocco, mi fa piacere che i miei articoli ti siano utili, per il corso chi lo sa, mai dire mai. 😉


    13. Prospero Maita

      2 anni fa  

      D’accordissimo……
      Ben trovato.
      Prospero Maita


    14. Mario Vella

      2 anni fa  

      Ciao Prospero, mi fa piacere che tu sia d’accordo. 😉


    Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

    Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

    Close