Chi sono

180016_1818096378121_4952524_n

Ciao ti do il mio personale benvenuto su www.preparatorideiportieri.com, mi presento mi chiamo Mario Vella e dal 2009 mi occupo di ricercare e divulgare materiale utile sui metodi di allenamento utili per il miglioramento del portiere di calcio, questo sito nasce per cercare di informare il più possibile gli addetti ai lavori, quindi soprattutto preparatori dei portieri ma anche portieri che leggendo gli articoli, ascoltando le interviste e guardando i videocorsi presenti in questo sito possono trovare degli spunti utili per i loro allenamenti.

La mia missione è aiutare tutti i preparatori dei portieri a migliorare tutti i vari aspetti dell’allenamento dei portieri che vanno dall’aspetto tecnico, tattico, fisico e mentale e di riflesso aiutare i portieri ad esprimere al massimo il loro vero potenziale.

Faccio tutto questo perchè per esperienza personale mi è mancata spesso la figura del preparatore, e pochi di quelli che ho avuto erano davvero preparati, questa cosa mi ha molto penalizzato come portiere e non voglio che altri come me non riescano a esprimere al massimo il loro potenziale per questa mancanza.

La mancanza di un preparatore dei portieri mi ha portato spesso ad avere dei fallimenti come portiere che sapevo di non meritare perchè da esperienze con preparatori dei portieri qualificati che per fortuna ho avuto, avevo potuto scoprire le mie vere potenzialità e non accettavo più di essere 30 quando sapevo di essere 100.

Questa esperienza però mi ha aiutato a capire molti aspetti sull’allenamento di questo ruolo su cosa è importante e cosa non lo è e quindi quello che troverai all’interno del sito sono molte delle mie esperienze e prendono spunto dalle cose che ho imparato sulla mia pelle e alcune cose prendono spunto dai più validi preparatori dei portieri che ci sono in circolazione nel panorama italiano,

Ci tengo a precisare che ciò che leggerai o vedrai non è legge ma semplicemente frutto di esperienze e quindi ti invito a lasciare i tuoi commenti per poter aggiungere il tuo parere che è sempre importante e può aiutare tutti.

Mi auguro che ciò che troverai all’interno del sito possa esserti di aiuto per migliorare ancora di più quelle che sono le tue conoscenze sull’allenamento di questo complicato ma affascinante ruolo che è quello del portiere.

Con simpatia,

Mario Vella

6 commenti

  1. Alessandro Rota

    12 mesi fa  

    Grazie di tutto


  2. maurizio

    12 mesi fa  

    grazie dell’articolo.
    sono un appassionato di calcio al quale è stato affidato il compito di allenare i portieri categoria juniores, di una squadra dilettantistica.
    avrei bisogno di un libro con delle illustrazioni (oppure delle schede grafiche), con indicate in modo cronologico, tutte le esercitazioni da far svolgere ad ogni seduta di allenamento, per tutto il campionato.
    hai del materiale da consigliarmi?
    purtroppo sono stato incaricato tardi ed ora è piuttosto urgente che recuperi del tempo…. puoi rispondermi velocemente?
    grazie della collaborazione


  3. pierluigi

    9 mesi fa  

    salve Mario , piacere di conoscerla.
    sono un preparatore di portieri settore giovanile (esordienti e giovanissimi ) e l’ articolo è interessante. Di fatto , nell’ ambiente, il comportamento che ci si aspetta faccia un portiere è esattamente il contrario , ovvero uscire per chiudere lo specchio della porta e cercare di anticipare il tiro dell’ attaccante. Evidente ke la percentuale di successo è 50% , ovvero stà nell’abilità dell’ attaccante riuscire ad evitare l’ intervento del portiere. Lo stare fermo come ha indicato lei vale e non vale ed a mio modesto parere sono ancora dell’ opzione di fare l'” uscita” proprio per non dare campo aperto all’ attaccante.
    In ogni caso proverò il suo suggerimento , nulla va buttato specialmente se suggerimenti di esperienza…
    grazie e buon lavoro
    Pierluigi


  4. Mario Vella

    8 mesi fa  

    Ciao Pierluigi, come ho scritto nell’articolo ci sono situazioni dove è utile che il portiere vada incontro all’attaccante per chiuderlo come per esempio su una palla filtrante per fare un uscita bassa, anche se in questo caso se il portiere si accorge di essere in ritardo dovrebbe fermarsi in modo da non dare facilità all’attaccante di poter decidere in tranquillità cosa fare, ovviamente non è una cosa sempre facile da fare e per questo serve molto allenamento, comunque tu prova e poi fammi sapere.


  5. Mario Vella

    8 mesi fa  

    Ciao Maurizio, non ho nello specifico la cosa che hai richiesto perchè dipende sempre da quanti allenamenti a settimana fai, e gli obbiettivi che tu hai in base a dove i tuoi portieri devono migliorare e lavorare, che tipo di allenamenti nello specifico stai cercando?


  6. Mario Vella

    8 mesi fa  

    Grazie a te di seguirmi Alessandro. 😉


Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Close