• “Il segreto per essere un numero 12 di grande valore”

     

    50836

    Oggi voglio ancora di più approfondire l’aspetto soprattutto mentale del secondo portiere,  secondo il mio punto di vista ci sono 2 categorie di secondi portieri, quelli che quando fanno i secondi si buttano giu di morale e mollano la presa e quelli che anche se sono secondi si comportano ed allenano come se fossero i primi.

    Secondo il mio punto di vista la categoria dei portieri che molla il colpo e si butta giu di morale perchè non gioca, non è utile per prima cosa a se stesso, in secondo luogo alla squadra e in terzo luogo da una grossa mano al portiere che sta giocando che si sente sempre più forte sapendo di avere dietro qualcuno che gli è inferiore, anche se esistono portieri che giocano che usano come ulteriore stimolo quello di avere un secondo alla sua altezza e che gli permette di andare oltre l’ostacolo e sono i migliori.

    Secondo il mio punto di vista un secondo portiere che non si impegna e molla il colpo buttandosi giu di morale, anche quando gioca non sarà mai un vero numero 1, è troppo facile sentirsi forti quando si gioca il vero carattere lo si vede nei momenti in cui si è fuori e si vuole arrivare, quando si arriva a sentirsi forti anche quando non si gioca li si è raggiunto il livello di maturazione.

    Il secondo portiere deve pensare che anche se non gioca la possibilità è sempre dietro l’angolo e si deve fare trovare pronto perchè in quel momento verrà giudicato e se non farà bene avrà perso un ottima occasione per mettersi in mostra e soprattutto non avrà la stima dell’ambiente e dei compagni di squadra, che è fondamentale.

    L’obiettivo del secondo portiere è quello di dare la percezione a tutti che anche lui potrebbe giocare, i compagni di squadra non devono pensare che lui sia il secondo ma devono pensare che in squadra ci sono 2 portieri che potrebbero giocare entrambi alla grande, questo permette al numero 12 di sentirsi a proprio agio all’interno dello spogliatoio e di lavorare con serenità.

    Ma come fare per ottenere questo risultato?

    E’ semplice bisogna dare sempre il massimo in tutti gli allenamenti, ovvio siamo esseri umani e ci sono giornate in cui le cose magari non vanno come dovrebbero e si è indisposti e ci sta, ma in generale l’atteggiamento deve essere di grande professionalità anche perchè a volte tra compagni di squadra ci si aiuta e se un giorno nella squadra di un tuo ex compagno servisse un portiere lui si ricorderebbe della professionalità con cui hai lavorato e potrebbe anche fare il tuo nome,

    ricorda c’è sempre da guadagnarci nel non mollare mai e allenarsi con la massima serietà, il preparatore dei portieri ha l’impegno di fare capire questo ai propri portieri perchè ne va anche della qualità stessa dell’allenamento! 🙂

    Comments

    comments

    5 commenti

    1. gianluigi

      7 anni fa  

      Sono perfettamente daccordo su tutto, in particolar modo sul fatto di essere altamente professionale e intraprendente negli allenamenti come e ancor di piu’ del primo portiere; concordo che un primo portiere ha bisogno di stimoli per rimanere in “carica”.
      ciao a tutti


    2. antonio muresu

      7 anni fa  

      Ciao Mario, come non essere d’accordo !
      Ti dirò, io alleno molto di più il n. 12 che il titolare, proprio perchè capisca di dare sempre il massimo e non avere cali di”” tensione”. A presto Antonio


    3. paolo r.

      7 anni fa  

      Ciao Mario, sono perfettamente d’accordo con te per il modo con cui il secondo portiere deve interpretare la sua funzione, anchi’io lo esorto sempre ad allenarsi , sopratutto mentalmente, in modo che qualora ce ne fosse bisogno sia pronto a dare il suo apporto alla squadra. Ciao a tutti, Paolo


    4. Patrizio

      7 anni fa  

      Questo è veramente un grande articolo…complimenti Mario sono d’accordo con te!!!


    5. Mario Vella

      7 anni fa  

      Per tutti: Mi fa piacere che siate d’accordo con me! 😉


    Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

    Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

    Close