• “Ai preparatori che vogliono dei consigli sulla preparazione invernale e non sanno da dove cominciare”

    BARI CALCIO

    In questo articolo oggi ti voglio parlare dell‘ allenamento dei portieri nella preparazione invernale prima della ripresa del campionato.

    In genere questo è il periodo dove si fa un richiamo fisico per arrivare fino alla fine del campionato in buone condizioni, in questa fase, ma questo si fa soprattutto nei giorni subito successivi al natale,

    si esegue un richiamo sulla forza, dopo il capodanno invece si ricomincia a lavorare anche sull’aspetto tecnico, anche se questo non va mai trascurato nemmeno dopo il natale.

    Secondo il mio punto di vista subito dopo il capodanno il primo giorno deve essere di ricondizionamento generale anche se i giorni in cui si è rimasti fermi non sono moltissimi per precauzione partire subito al 100% il giorno in cui si riprende può essere rischioso in quanto si rischia di causare infortuni.

    Dal secondo allenamento in poi si può cominciare di nuovo a spingere sull’acceleratore facendo delle esercitazioni sulla porta che inizialmente possono richiedere al portiere uno spazio di spostamento maggiore prime di effettuare la parata nel senso che se lavori con la psicocinetica la distanza del cinesino da toccare per esempio sarà maggiore dallo stesso portiere, senza mai esagerare con le ripetute che non dovranno secondo me essere mai più di 4 per lato.

    In questo modo come ripeterò sempre il portiere lavora sulla condizione fisica e allo stesso tempo tiene il contatto con la porta che è la sua casa e con cui deve avere sempre confidenza, quindi potrà divertirsi e allo stesso tempo lavorare sulla sua condizione fisica.

    Più si avvicinerà il momento della ripresa e più il lavoro dovrà essere improntato sulla velocità di esecuzione dei gesti e sulla rapidità, quindi anche se inizialmente si farà più fatica sarà un bene in quanto il portiere ha bisogno di ritrovare la condizione che inevitabilmente anche se non di tanto è calata, venendo anche a mancare il ritmo partita.

    Quindi ricorda i primi giorni quando si è ripreso l’allenamento l’errore che secondo me non devi commettere è caricare di lavoro eccessivo i tuoi portieri con sedute pesanti, ma invece puoi farli lavorare duramente lo stesso trasformando poi il lavoro immediatamente con la parata che farà pesare di meno il lavoro,

    quando vedi che i tuoi portieri arrancano e accusano stanchezza, aumenta un po il recupero che dai tra un esercitazione e l’altra, questo significa 30 secondi in più non pause da 5 minuti.

    L’importante è lavorare anche un ora ad un buon ritmo che un ora e tre quarti a ritmi molto blandi.

    Hai ascoltato l’audioconferenza con GIANLUCA SPINELLI?  Se non l’hai ancora ascoltata clicca QUI

    Comments

    comments

    3 commenti

    1. stefano c.

      7 anni fa  

      Ciao Mario,grazie infinite.


    2. paolo r.

      7 anni fa  

      Ciao Mario, grazie per i tuoi commenti e consigli che sono sempre semplici e mirati sull’argomento.


    3. Mario Vella

      7 anni fa  

      Ciao Stefano e Paolo, sono contento di esservi utile.. 🙂


    Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

    Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

    Close