• “Scopri alcuni segreti sull’aspetto psicologico e di gestione del portiere”

    C_3_Media_859325_immagine_l

    Il portiere di calcio è un ruolo molto particolare dove quando commette un errore è obbligato ad essere esposto a critiche a volte pesanti e ingiuste.

    La sua figura è riconoscibile per molte cose come la posizione in campo, la differenza di abbigliamento e la predisposizione a sopportare critiche e prendersi responsabilità soprattutto sul risultato finale.

    Il portiere di calcio deve possedere dei requisiti fondamentali che sono personalità, capacità di reagire alle difficoltà, forza di volontà e una grande leadership.

    La personalità è allenabile, la leadership e la capacità di reagire si possono allenare, l’unica caratteristica di cui un portiere non può fare a meno e che deve possedere gia è la forza di volontà, la forza di volontà è quella che ti fa trovare gli stimoli per ottenere tutte le altre caratteristiche che servono a un portiere per considerarsi tale.

    Il rapporto con il preparatore e con il collega di reparto deve essere ottimo, ci deve essere una sana competizione e allo stesso tempo grande lealtà e con il preparatore un buon dialogo, deve essere una piccola squadra a se, dove si lotta tutti per un obiettivo che è quello di fare bene per se e per la squadra.

    Per quanto riguarda il rapporto con il collega di reparto il titolare deve combattere per mantenere il posto e la riserva deve combattere per arrivare a guadagnarselo, non deve mai essere scontato che il primo giochi e il secondo no, anche se è importante che chi gioca sappia di avere la massima fiducia da parte di tutto l’ambiente.

    Un avvicendamento deve avvenire solamente nel caso il portiere che gioca abbia un calo evidente nelle prestazioni e cosa molto importante, mai alternare i portieri all’interno di una squadra perché questo crea insicurezza e poca continuità nel portiere che gioca, limitandone la rendita in campo.

    Un’altra caratteristica che il portiere deve avere è sicuramente la tranquillità, un portiere tranquillo riesce a mantenere lucidità e fare la cosa giusta al momento giusto, è importante essere lucidi in qualsiasi momento della gara, senza farsi trasportare da fatti o eventi negativi che possono succedere durante l’incontro.

    In questo il preparatore dei portieri è fondamentale, in quanto un allenamento mirato, lineare e logico può aiutare il portiere a essere tranquillo, sereno, concentrato, un portiere che si allena in modo inappropriato è pericolosamente soggetto a problemi durante la gara, in sintesi un portiere per considerarsi tale deve essere allenato nella parte fisica,tecnica e psicologica, se una di queste 3 componenti non è allenata non possiamo considerare un portiere tale.

    Purtroppo si vedono in giro portieri con ottime potenzialità ma che sono allenati in modo negativo da preparatori che magari non si documentano e lo fanno per arrotondare lo stipendio a fine mese, senza preoccuparsi del miglioramento del proprio portiere, c’è da precisare che sulla prestazione del portiere il 50% va attribuito al giocatore stesso e l’altro al preparatore, perché alla fine in campo ci vanno i giocatori e allo stesso modo i portieri devono essere messi in condizione di dare il 100% di loro stessi.

    Comments

    comments

    Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

    Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

    Close