• “Scopri i segreti sull’allenamento dei portieri sulle palle inattive”

    milan-napoli

    Le palle inattive nel calcio di oggi sono diventate sempre più una componente che fa la differenza in una partita di calcio e spesso risultano determinanti sul risultato finale,  in qualsiasi categoria si cura molto questo aspetto a differenza di un tempo.

    Ma quali sono le palle inattive più frequenti in una partita di calcio?

    Secondo me ce ne sono 3 principali:

    Calci di punizione centrali

    Calci di punizione laterali

    Calci d’angolo

    Una fetta di responsabilità importante nella cura di questi aspetti ce l’ha sicuramente il portiere, che deve fare da “direttore d’orchestra” e tenere viva l’attenzione dei compagni di squadra, vediamo uno per uno questi 3 aspetti:

    Calci di punizione centrali

    In questo caso la scelta degli uomini che devono andare in barriera può essere decisa o dall’allenatore o dal portiere, io ritengo che debba essere il portiere a decidere perchè come gia specificato lui è responsabile della situazione, in caso contrario si può comunque parlare con l’allenatore e decidere insieme il da farsi.

    Secondo me all’interno della barriera non devono esserci difensori perchè in caso di respinta del portiere è bene che liberi da obblighi ci siano giocatori più predisposti a difendere.

    Personalmente ritengo che gli uomini più importanti della barriera siano il secondo, il terzo perchè è la zona dove la palla passa più spesso, un altro giocatore importante è l’uomo che va incontro alla palla in caso la punizione è di seconda, che deve essere predisposto a questo tipo di compito, le sue carattreristiche devono essere la velocità e il coraggio.

    Il portiere può decidere se usare 4 o 5 uomini in barriera, nel caso ne usi 4 il giocatore che era predisposto a fare il quarto è libero perchè come quarto andrà il giocatore predisposto ad andare incontro.

    Il portiere poco prima di entrare in campo deve chiamare gli uomini della barriera sia quelli delle punizioni centrali, laterali che sui calci d’angolo, con tono deciso, quando per esempio il portiere chiama il primo uomo in barriera il compagno non deve rispondere con “IO” ma con il “SUO NOME” il portiere deve pretendere questo.

    Inoltre quando c’è un calcio di punizione il portiere deve chiamare un giocatore ad andare davanti alla palla, aspettando che l’avversario chiami la distanza così da evitare punizioni a sorpresa, una volta che l’avversario ha chiesto la distanza il portiere deve chiedere all’arbitro FISCHIA LEI! al cenno positivo dell’arbitro il portiere può fare la barriera.

    Il primo uomo in barriera deve essere posizionato un po oltre la linea del palo così da evitare un aggiramento della barriera ed essere beffato sul lato coperto dalla stessa.

    Punizioni laterali

    I componenti delle punizioni laterali secondo me devono essere i giocatori di centrocampo che possono essere o i 2 esterni di centrocampo oppure un centrocampista centrale con un esterno di centrocampo, mai i difensori questo sempre per lo stesso discorso di prima.

    Un uomo importante sulle punizioni laterali e quello detto sul corto e cioè l’uomo predisposto ad intervenire sui palloni calciati tesi indirizzati sul palo lungo, di solito è l’uomo che sta più o meno al vertice della luna dell’area grande o su quella linea in caso la punizione è più vicina alla linea di fondo, questo uomo serve per evitare quei gol dove la palla non viene toccata da nessuno e finisce in rete!

    Se la punizione laterale è oltre il limite dell’area il portiere deve imporre ai compagni di stare fuori area così da avere l’area di rigore sgombra e avere più comodità nell’uscita, mentre se è dentro il raggio dell’area di rigore i compagni dovranno stare in linea alla barriera sempre con predisposizione a stare alti.

    Calci d’angolo

    Questa è una situazione di gioco molto complessa dove per vari motivi le marcature sono difficili da tenere per i blocchi, finte ecc, esistono 2 tipi di marcature sui calci d’angolo, a zona e a uomo, nella marcatura a zona lo dice la parola stessa si cura la zona di campo, mentre in quella a uomo logicamente ogni giocatore della squadra prende un suo uomo di competenza che viene assegnato a seconda delle abilità degli avversari.

    Io sono più a favore della marcatura a uomo a menochè all’interno della squadra non ci siano almeno 2-3 giocatori molto abili nel gioco aereo allora in questo caso la  marcatura a zona può avere un senso.

    Gli uomini più importanti sui calci d’angolo sono l’uomo sul palo, l’uomo sul corto e l’uomo libero che non ha obblighi di marcatura, ci sarebbe anche quello sul secondo palo ma questo va a discrezione del portiere e varia da quanto si sente sicuro.

    Anche in questo caso il portiere è determinante perchè deve chiamare le marcature e mettere ogni uomo al suo posto organizzando nel minor tempo possibile il tutto.

    L’uomo sul palo è utile sui quei palloni calciati a rientrare che arrivano sul primo palo, l’uomo sul corto ha un ruolo direi fondamentale perchè è nella zona nevralgica in cui ci sono i maggiori pericoli, quindi deve essere molto concetrato e a mio parere possedere una buona spinta, deve posizionarsi più o meno sulla linea dell’arietta piccola in linea con il palo.

    L’uomo libero è quello che va a “caccia” della palla e non ha obblighi di marcatura.

    Quindi anche durante l’allenamento dei portieri cerca di curare anche questi piccoli particolari che fanno la differenza!

    Comments

    comments

    3 commenti

    1. giacomo

      6 anni fa  

      ben spiegato, però deve essere daccordo anche il mister mettere certi giocatori in barriera.Buono grazie Pastorino Giacomo


    2. giacomo

      6 anni fa  

      è la prima volta che ho fatto un commento.Pastorino Giacomo


    3. Mario Vella

      6 anni fa  

      Ciao Giacomo, qui siamo aperti al dialogo sono contento che hai commentato, si è vero deve essere d’accordo il mister però certe cose le deve decidere il portiere detto anche da Angelo Peruzzi nella teleconferenza che ho fatto con lui…


    Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

    Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie Maggiori Informazioni

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

    Close